La medicina estetica, attraverso trattamenti non invasivi e non chirurgici, risponde alla necessità di migliorare la qualità della pelle, ridurre i segni di stanchezza o quei segni dell’invecchiamento che appesantiscono l’espressione del volto.

L’obiettivo è donare freschezza alla pelle, ottenendo un’espressione più riposata e naturale. I materiali da usare devono essere solo quelli certificati e di elevata qualità in quanto possibili reazioni di intolleranza e/o allergia si possono verificare con prodotti di bassa qualità.

A seconda delle indicazioni e del desiderio del singolo paziente, esistono diversi trattamenti estetici.

chirurgia e medicina estetica la viso

Tossina Botulinica

Il Botulino è una tossina che viene impiegata per correggere le rughe di espressione, cioè quelle create dalla contrazione dei muscoli mimici della faccia, della metà superiore del volto.

I tipici esempi sono: le rughe orizzontali della fronte, le zampe di gallina e le rughe del pensatore. Non agisce sulle rughe prodotte dalla formazione di solchi dermici né quelle correlate alla discesa dei tessuti per effetto della gravità. La quantità usata è così esigua che non è in grado di determinare un effetto tossico sulla persona.

Infine, la tossina botulinica ha anche la capacità di bloccare la sudorazione. Pertanto trova un perfetto impiego nel trattamento dell’eccessiva sudurazione ascellare (detta iperidrosi ascellare).

Il trattamento dura circa 30 minuti (40 nel caso delle ascelle) e viene fatto in regime ambulatoriale. L’applicazione di un crema anestetica locale un’ora prima delle iniezioni è sempre raccomandata. Dopo il trattamento può comparire un lieve gonfiore locale, associato ad un temporaneo senso di pesantezza. Di norma è bene riprendere le attività quotidiane dopo un paio d’ore.