Anche detti gangli, le cisti a livello della mano sono solitamente neoformazioni benigne molto comuni. Nella maggior parte dei casi si presentano come dei noduli asintomatici sul dorso del polso e delle dita e sono piene di liquido viscoso. Possono crescere o ridursi rapidamente. A volte sono dolorose e causare una limitazione funzionale del polso e della mano. Le cause sono sconosciute e si presentano tipicamente nel sesso femminile tra 15 e 40 anni. Quando associate a forme artrosiche o artritiche, colpiscono soprattutto le articolazioni della mani in donne di età compresa fra i 40  e i 70 anni. La diagnosi è clinica associata ad una valutazione ecografica. In particolari casi può essere richiesta una risonanza magnetica di approfondimento.

chirurgia ricostruttiva mani

In alcuni casi il riposo funzionale e l’immobilizzazione con un tutore possono far regredire la cisti. Nei casi refrattari o di grosse dimensioni in conflitto coi tendini è consigliato l’intervento di chirurgico di escissione (exeresi). Tramite una piccola incisione della pelle si isola la cisti e il relativo tramite cistico, procedendo poi all’asportazione in blocco. La ripresa della normali attività quotidiane avviene dopo circa 20 giorni. In un 20% dei pazienti può verificarsi una recidiva della cisti a distanza di anni.