Molte persone, dopo incidenti stradali, infortuni sul lavoro od ustioni a casa, sviluppano delle cicatrici che possono comportare un forte disagio psichico e fisico. Quando le cicatrici interessano regioni articolari (es. gomito) o sono in vicinanza di un orifizio (es. bocca), possono causare delle distorsioni e retrazioni molto invalidanti.

Per poter ridurre gli effetti disfunzionali delle cicatrici e migliorarne l’aspetto estetico, esistono diverse tecniche chirurgiche:

  • asportazione delle cicatrici patologiche quando possibile (ossia di dimensioni limitate) in modo da eliminare in modo radicale il tessuto distrofico
  • plastiche a Z per rimuovere gli effetti dei cordoni cicatriziali retraenti che possono bloccare un’articolazione
  • lipofilling (innesto di grasso autologo) per migliorarne la morbidezza, l’elasticità e la scorrevolezza rispetto ai piani sottostanti. In genere con questa tecnica c’è anche una riduzione del dolore legato alle cicatrici
    espansione della cute sana circostate: questa tecnica rappresenta sicuramente la più difficile e richiede almeno due interventi (il primo di inserimento degli espansori cutanei e il secondo di espianto e rimodellamento della cute espansa, dopo rimozione della cicatrice). Dal punto di vista estetico questo intervento consente di ottenere il miglior risultato estetico e funzionale possibile, andando a sostituire la cicatrice con cute normale, elastica e ben stoffata.
Cicatrici dopo trauma o esiti di ustione

Prima di un intervento di liposuzione è buona norma NON assumere Ac. Acetilsalicico (aspirina) a partire da almeno 7 giorni prima dell’intervento per evitare problemi di sanguinamento. Per i fumatori è assolutamente consigliato astenersi per almeno 4 settimane (due prima e due dopo l’operazione).

A seconda dell’estensione dell’area da trattare e del tipo d’intervento, il ricovero può essere di tipo ambulatoriale, DH od ordinario di 1-2 notti. Inoltre l’anestesia può variare da locale, locale con sedazione, spinale fino a generale. Ogni singolo paziente è un caso unico, pertanto è quasi impossibile uniformare in classi standardizzate questo tipo di procedure.

Il dolore di norma è lieve e ben controllato dalla terapia farmacologica. Nel caso di interventi a livello delle pieghe articolari, in alcuni casi possono essere applicate delle docce gessate per bloccare la regione trattata e facilitare la guarigione. E’ assolutamente indicato il riposo e l’astensione da attività fisiche e sportive per un mese. L’astensione completa dal fumo facilita di gran lunga la cicatrizzazione delle ferite.