Il problema di avere delle orecchie grandi, staccate dal volto o con altre deformazioni (orecchie a “coppa”, orecchie a “conchiglia”), è correggibile con un intervento chirurgico chiamato otoplastica. L’intervento, realizzabile anche sui bambini, significa eliminare il problema delle battutacce per un difetto difficile da nascondere.

chirurgia orecchie

E’ buona norma NON assumere Ac. Acetilsalicico (aspirina) a partire da almeno 7 giorni prima dell’intervento per evitare problemi di sanguinamento. Per i fumatori è consigliato astenersi per almeno 4 settimane (due prima e due dopo l’operazione).

Generalmente la dimissione avviene in giornata, dopo un paio di ore di osservazione. E’ importante che il/la paziente venga accompagnato da una persona che possa prendersene cura nel riaccompagnarla a casa.

L’intervento può essere eseguito in anestesia locale eventualmente assistita con una sedazione, in regime ambulatoriale o di day-hospital. L’intervento consiste nell’eliminare o nel modellare, nella maggior parte dei casi, una porzione di cartilagine e di pelle, in modo da riposizionare tutte le strutture dell’orecchio secondo una corretta forma e con un corretto angolo tra padiglione auricolare e la testa. Le cicatrici di norma vengono ben nascoste nella parte posteriore delle orecchie.

Il dolore nell’immediato post-operatorio è ben controllato con la terapia farmacologia.
Nei primi giorni va mantenuto un bendaggio protettivo e dopo 5-7 giorni si passa ad ad una medicazione più leggera. Tale medicazione è importante soprattutto la notte, da mantenere per 3-4 settimane.