Come per le braccia, dopo un importante dimagrimento la pelle all’interno delle cosce diventa lassa e ridondante causando inestetismi e, nei casi più marcati, vero e proprio disagio per fenomeni di intertrigine ed attrito con gli indumenti.

Quando è presente una quantità consistente di grasso sottocutaneo, un intervento chirurgico di liposuzione mirata o di laser-liposuzione può portare ad un notevole miglioramento evitando cicatrici visibili. Quando invece l’eccesso di pelle non è accompagnato da un eccesso di grasso, l’intervento indicato è quello di rimodellamento cutaneo adiposo ossia di lifting cosce.

liposuzione cosce

Prima di un intervento di lifting cosce è buona norma NON assumere Ac. Acetilsalicilico (aspirina) a partire da almeno 7 giorni prima dell’intervento per evitare problemi di sanguinamento. Per i fumatori è consigliato astenersi per almeno 4 settimane (due prima e due dopo l’operazione).

Come per tutti gli interventi di rimodellamento corporeo, per avere un risultato soddisfacente e duraturo nel tempo è fondamentale avere un peso corporeo adeguato e mantenerlo stabile dopo l’intervento. Importanti variazioni di peso possono ridurre di molto il risultato estetico ottenuto con l’operazione.

Generalmente la dimissione avviene dopo 1-2 notti di ricovero.

L’intervento chirurgico dura circa 2-3 ore e richiede un’anestesia generale. L’incisione chirurgica, nel caso del lifting cosce di norma è lunga e viene posizionata a livello inguinale delle braccia, per poterla nascondere il più possibile anche con un normale costume da bagno.

In caso di eccesso cutaneo presente anche a metà coscia, è spesso necessario aggiungere una cicatrice a livello trasversale sul versante interno della coscia (la parte cosiddetta “socialmente nascosta” per poter ottenere un rimodellamento efficace. Nel caso si effettui una liposuzione od una laserliposuzione rimagono mini-cicatrici quasi invisibili.

Il dolore è di norma moderato e ben controllabile con una terapia farmacologica. Solitamente non ci sono punti da togliere in quanto le suture sono tutte riassorbibili. I drenaggi vengono rimossi dopo 2-3 giorni. E’ importantissima un’accurata igiene locale ogni qual volta si espletino i propri bisogni in quanto la vicinanza all’area anogenitale rende questo tipo d’interventi molto delicati. Il ritorno alla normale vita quotidiana avviene di norma dopo circa 21 giorni. Una guaina compressiva deve essere mantenuta per almeno un mese, giorno e notte. L’astensione da attività sportive è raccomandata per 4 settimane.