Il problema di avere uno od entrambi i capezzoli piatti, anche quando stimolati, è più frequente di quanto si immagini. Quando il difetto è molto accentuato può causare imbarazzo nelle proprie relazioni personali ed intime. L’intervento chirurgico di correzione dei capezzoli introflessi può essere effettuato attraverso diverse tecniche, a seconda del grado di introflessione e della presenza o meno di una risposta alla stimolazione locale.

aumentare, sollevare o ridurre il seno femminile

L’intervento, che di norma dura circa 40-60 minuti, può essere eseguito in anestesia locale in regime ambulatoriale. Nella maggior parte dei casi bastano delle mini-incisioni alla base del capezzolo ove si va ad allungare le strutture retraenti; viene poi effettuata una sutura che mantiene in estroflesso il capezzolo e, nei casi più severi, viene applicato un piercing di sostegno che va tenuto per almeno 3 mesi.

I punti vengono rimossi dopo 12-15 giorni. Il dolore è di norma minimo. Nel caso sia stato applicato un piercing, esso va tenuto per almeno 3 mesi.